Shtisel – Stagione 3

Shtisel – Stagione 3 è una serie TV recensita da Orientaserie.it

  • drammatico
  • (Israele)

CONSIGLIATO DA ORIENTASERIE

Se vuoi leggere la recensione delle prime due stagioni clicca qui (Shtisel).

AGGIORNAMENTO TERZA STAGIONE

A seguito dell’inaspettato successo globale di Shtisel, Netflix si è fatto coproduttore di una terza stagione che riesce nel difficile compito di trovare dei rilanci convincenti senza travisare lo spirito della serie.
Erano passati cinque anni dalla messa in onda dall’ultimo episodio e lo stesso tempo è passato anche all’interno del racconto: Akiva è diventato papà, i figli della famiglia Weiss sono cresciuti e, dopo Ruchami, anche per Yosa’le è arrivato il momento di pensare al matrimonio.
Ma il quartiere Geula di Gerusalemme rimane una roccaforte che si oppone allo scorrere del tempo. Fuori dai suoi confini esiste la modernità e si presenta con più insistenza rispetto alle stagioni precedenti, sia nei suoi risvolti drammatici che in quelli più pittoreschi (molto carino è l’episodio in cui la moglie di Zvi Arye decide di prendere la patente o quello in cui Lippe si trova coinvolto nel set di serie televisiva sugli ebrei ultraortodossi).
Per i membri della famiglia Shtisel, però, è impossibile guardare avanti senza guardare anche indietro, lì dove risiedono il loro passato, le tradizioni, una famiglia da cui devono distaccarsi o i cari defunti che non possono lasciare andare. Fare in modo che la storia di ognuno diventi la ragione per aprirsi alla vita e non chiudersi ad essa è la vera sfida del terzo capitolo di questa splendida saga familiare.

Giulia Cavazza

Giudizio riassuntivo

Qualità generale: ★ ★ ★ ★ ★
Qualità educativa: ★ ★ ★ ★ ★

Età cui è rivolta la serie: per tutti.

Presenza di scene sensibili: nessuna.

Temi di discussione

  • Il rapporto fra genitori e figli, fra fratelli e all’interno della coppia;
  • Il bisogno di costruire la propria individualità in costante dialettica (ma non necessariamente in rottura) con il mondo e la tradizione da cui si proviene;
  • Il rapporto tra comunità e individualità, tra tradizione e desiderio, fra il divino e l’umano all’interno dell’ebraismo ultraortodosso;
  • Il confronto tra fedeltà alla tradizione  e aperture alle istanze della modernità.